Il mio programma

primopianopietroCaro Elettore, questo è il mio programma di lavoro, che parte dalla esperienza diretta e sul campo, e della conoscenza delle problematiche riscontrate sul territorio e tante volte segnalatemi dai connazionali.

Mi impegnerò con tutte le mie forze per raggiungere le 6 METE del mio programma, a favore di tutti gli italiani residenti fuori dall'Italia.bannerscaricaprogramma

META 1) LEGGE AIRE (Anagrafe degli Italiani all'Estero) Deve essere riscritta e aggiornata, tenendo in conto che oggi la ricerca lavoro obbliga alla mobilità, possibile anche dentro di un continente. In passato si andava all'estero con un contratto in tasca prima di partire. Oggi non è più cosi. Per cui chi espatria deve potersi iscrivere a un registro nazionale, presso il ministero degli interni, che a sua volta comunicherà al comune di origine il nuovo domicilio. I tempi delle pratiche devono essere accorciati. Una procedura online di iscrizione e modifica dei dati risolverebbe i problemi. Ad ogni italiano viene assegnato il codice SPID*. Deve essere utilizzato e disponibile per tutti, anche per gli italiani all'estero per le relazioni con la pubblica amministrazione.

*SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, è la soluzione che ti permette di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione con un'unica Identità Digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone.

CARTELLOCAMPAGNA EUROPAMETA 2) OMOLOGAZIONE TITOLO DI STUDIO -La convalida dei titoli di studio legalmente conseguiti in Italia deve essere gestita dagli uffici consolari di primo livello in contatto con il Ministero di Educazione dello stato di accoglienza. Tutte le pratiche devono essere gratuite e canalizzate via consolare che in contatto con le università ne certifica la originalità.

Lo stato ha investito per ogni laureato, per cui deve farsi carico anche della difesa del titolo di studio conseguito per la convalida nel paese di accoglienza. La laurea e la abilitazione alla professione in Italia deve essere sufficiente per esercitare legalmente la stessa professione in un altro paese. Quindi revisione di tutti gli accordi bilaterali per raggiungere lo scopo laddove non è prevista tale possibilità.

META 3) DOCUMENTI DI IDENTITÂ - Accelerare la emissione della CIE (Carta di Identità Elettronica) anche per gli italiani all'estero. Centralizzando presso il Ministero degli Interni il registro AIRE e questo semplificherebbe le procedure accorciando i tempi.

META 4) CONSOLATO GENERALE per le ISOLE CANARIE. La distanza dal continente Europeo e la consistenza numerica della comunità italiana (oltre 30.000 iscritti AIRE) distribuita nelle isole dell'arcipelago, impone la apertura urgente di un Consolato Generale locale con funzionari del MAECI di carriera in loco che poi saranno coadiuvati dai Consolati Onorari attualmente operativi.

META 5) COMITES - I Comitati degli Italiani all'Estero devono essere dotati di più risorse, non solo economiche ma anche operative. I Consolati devono accogliere e integrare il Com.It.Es nelle strutture consolari senza costi aggiuntivi (affitti, riscaldamento, servizi vari).

I Consiglieri Esecutivi e il Presidente devono avere un gettone per il lavoro e il tempo che dedicano. Basare il servizio per gli altri solo sulla solidarietà non è sufficiente per svolgere un lavoro proficuo.

META 6) PATRONATI – I patronati italiani all'estero, devono essere anche loro integrati nelle strutture consolari per fornire i servizi complementari di assistenza sociale previdenziale e consulenza fiscale. Potrebbero fare da tramite con i Consolati di primo livello per le pratiche ordinarie, trasformandoli in Agenzie Consolari a tutti gli effetti.

RICORDA:

votamanobiro

Sulla scheda del Senato inserita nel plico, che riceverai presso il tuo domicilio, inviata dalla Ambasciata, barra con una croce il simbolo del PD e scrivi MARIANI sotto lo stesso con una penna biro nera o blú, le matite non sono ammesse nel voto estero.

Ricorda, per evitare l'annullamento del voto, di inserire nella busta piccola solo le schede votate e chiudila senza apporre nessun segno riconoscibile. Non dimenticare di inserire il tagliando elettorale ritagliato dal foglio a corredo delle schede elettorali e di istruzioni, nella sola busta grande, che conterrà la busta piccola contenente le schede e rispedisci subito il plico preaffrancato SENZA SCRIVERE MITTTENTE.

BUON VOTO!  

bannerscaricaprogramma

 

Vote Pietro Mariani | Elections 4th of march 2018. All rights Reserved.